TEATRO

A Teramo in scena "Il Decreto", parola d'ordine Libertà

La consapevolezza rende liberi, la curiosità rende consapevoli, "Nel Decreto" c'e' tutto questo e molto altro.

"Il Decreto" è più di uno spettacolo, che si abbracci o meno la battaglia per la libertà di scelta, ieri sera chi era in sala al Teatro Comunale di Teramo è stato coinvolto in un viaggio emozionale guidato superbamente David Gramiccioli.
Foto, filmati, documenti, storie, perle inanellate per creare una splendida collana che qualcuno ha indossato senza fatica e di cui altri hanno sentito il peso, un peso gravoso fatto di consapevolezza.

Tra una risata e le lacrime, tra la rabbia e le scoperte era proprio quella la "stazione" dove il viaggio creato voleva condurre gli spettatori, alla consapevolezza che la libertà di scelta è un diritto imprescindibile per una società democratica e da lì parte tutto. Sono stati dati tantissimi spunti per permettere di cercare da soli le prove di quanto detto sul palco, date, nomi, luoghi, articoli, spezzoni di trasmissioni tv, chiunque fosse presente ieri sera avrà giornate intere per appagare le proprie curiosità e farsi un'idea su cosa voglia dire libertà vaccinale, libertà di scelta per i propri figli.

David Gramiccioli è stato più di un attore, ha cancellato quasi del tutto la distanza tra il palco e le sedie, ha inchiodato alle poltrone con la sua ironia "Romana", fatta di aneddoti e immediatezza, ha commosso e resi parteci, ha fatto arrabbiare e sentire impotenti, ha bypassato senza alcun problema i problemi tecnici di microfoni e videoproiettori con leggerezza e sarcasmo, lasciando che fosse la sua voce a narrare al posto dei filmati e lo ha fatto così bene che se non lo avesse spiegato in un secondo momento non si sarebbe saputo.

Intanto chi crede nella battaglia per difendere la Libertà Vaccinale continuerà il proprio cammino e lo farà come sempre, scendendo in piazza col colore arancio addosso, i bambini e le famiglie al seguito, senza rabbia ma con determinazione. David Gramiccioli e Maria Di Domenico, che hanno reso possibile che "il decreto" arrivasse a Teramo ieri sera, continueranno a dare possibilità alla gente di scoprire un altro punto di vista, un'altra verità e sopratutto, la scelta libera di abbracciare o meno il loro pensiero.

Categoria:

Regione: